Nella precedente lezione, la n. 39, sull’struzione finanziaria, abbiamo parlato dei livelli 4 e 5 degli investitori e abbiamo accennato a come lavorano, ora vediamo i seguenti livelli:

Livello 6: i capitalisti

Poche persone al mondo raggiungono questo livello di eccellenza negli investimenti! In America meno di una persona su cento è un vero capitalista! In Italia solo poche vere famiglie ricche resistono e sono capitaliste! Gli investitori di questo livello sono contemporaneamente, ottimi “T” (titolari di grandi imprese commerciali) e ottimi “I” (investitori professionali), in quanto sanno creare un’attività imprenditoriale dal nulla e sanno creare un’opportunità di investimento da un’idea! L’obiettivo del capitalista è fare sempre più soldi giocando con il denaro, il talento ed il tempo degli altri! Sono gli “animatori” che con le loro abilità, permettono a Paesi di diventare potenze economiche!

Sono famiglie come i Kennedy, i Rockefeller, i Ford, ecc.

Gli investitori di livello 5, generalmente, creano investimenti per il proprio portafoglio titoli usando i propri soldi!

I veri capitalisti, investitori di livello 6, invece, creano investimenti per sé e per gli altri usando i talenti e le finanze delle altre persone! I veri capitalisti creano investimenti e li vendono sul mercato!

NON hanno bisogno di soldi per fare soldi perché sanno come usare il denaro ed il tempo degli altri!

Generalmente, gli investitori “medi” e gli investitori fino al livello 5, comprano investimenti creati dagli investitori di livello 6, i capitalisti!

Spesso, oltre ad arricchire enormemente sé stessi, arricchiscono anche gli altri investitori, creano posti di lavoro e fanno accadere le cose! In periodi di benessere economico, i veri capitalisti vanno bene! In periodi di depressione economica, si arricchiscono anche di più! Infatti, sanno che il caos economico crea per loro NUOVE opportunità!

Gli investitori – capitalisti sono, spesso, coinvolti nella nascita di progetti, prodotti, aziende o nazioni anni prima che diventino popolari.

Quando su un giornale leggi di un Paese in difficoltà, in guerra o di una catastrofe, puoi stare sicuro che un vero investitore capitalista ci andrà presto, o forse è già lì! Un vero investitore – capitalista ci va quando gli altri dicono: Stai lontano! Quel paese o quell’affare è sottosopra. E’ troppo rischioso!!!

Ciò può generare rendimenti dal 100% all’infinito, poiché sanno gestire il rischio e come fare soldi senza soldi! Lo possono fare perché sanno che il denaro NON è una cosa, ma “solo” un’idea nella loro testa! Pur avendo le stesse paure di tutte le altre persone, riescono a trasformarle in entusiasmo! Sono in grado di trasformare le loro paure in “nuove conoscenze” e “nuove ricchezze”!

Il loro “gioco” preferito è il gioco dei soldi che generano altri soldi! Amano questo gioco più di ogni altra cosa al mondo! Vivono per giocare al gioco dei soldi! Sia che guadagnino o perdano denaro, li sentirai sempre dire: Amo questo gioco!

Anche loro come gli investitori di livello 5, sono bravi dispensatori di denaro!

Gli investitori – capitalisti, generalmente, sono generosi con gli amici, la famiglia, gli istituti religiosi e le scuole! Alcuni fra i più ricchi investitori di livello 6, hanno fondato, in America, celebri istituti scolastici! Rockefeller ha contribuito a creare la celebre Università di Chicago, J.P. Morgan ha influito su Harvard NON solo con il denaro!!! Altri capitalisti hanno dato il loro nome alle Università che hanno aiutato a creare come Stanford!!!

Abbiamo poi le Fondazioni, come FORD, GETTY, TED TURNER che donano ogni anno miliardi di dollari alle Nazioni Unite!!!

Spesso, però, tante persone ciniche e critiche, i veri capitalisti hanno dato il loro contributo all’umanità in svariati modi. Perciò, per migliorare il mondo abbiamo bisogno di più capitalisti, NON di meno come molti credono o vogliono farci credere!!!

Se vuoi sinceramente arricchirti leggi più volte i livelli degli investitori e scoprirai che trovi parti di te stesso un po’ in tutti loro!!! Così facendo, troverai i loro pregi e difetti e troverai i tuoi pregi e difetti come investitore!

Infatti, la strada per la grande ricchezza è potenziare i tuoi pregi personali ed affrontare i tuoi difetti! Ammettere i propri difetti è la strada per migliorarsi come uomo o donna e come investitore! Spesso, però, fingiamo di essere PERFETTI!!!

A tutti piace avere un’ottima opinione di sé stessi ma dobbiamo fare i conti con il nostro carattere!

Solo studiando continuamente e per tutta la vita l’istruzione finanziaria si potrà, con il tempo, superare certe barriere caratteriali che ci bloccano inconsciamente!!!

Nella lezione precedente, la n. 38, sull’istruzione finanziaria, abbiamo concluso parlando del livello 3-C degli investitori, i giocatori d’azzardo!!!

Ora parleremo dei Livelli 4 e 5!

Livello 4: investitori a lungo termine.

Queste persone sono consapevoli della necessità di investire. Hanno un ruolo attivo nelle proprie decisioni finanziarie. Hanno stilato un programma chiaro a lungo termine che permetterà loro di raggiungere gli obiettivi finanziari prefissati. Prima di fare un investimento, investono nella loro formazione! Sfruttano gli investimenti periodici e, quando possibile, lo fanno in un modo fiscalmente vantaggioso. Cercano i consigli di pianificatori finanziari “esperti”!!!

Però, NON pensare a essi come investitori di prima classe!!! Tutt’altro!!!

Dubito che investano in IMMOBILI, SOCIETA’ PER AZIONI, MERCI o qualsiasi altro entusiasmante mezzo! Preferiscono adottare l’approccio  conservativo a lungo termine raccomandato dai migliori investitori al mondo!!!

Se NON sei un investitore a lungo termine, diventalo prima possibile!!! Significa che devi fermarti a riflettere ed a pianificare!!!

Tieni sotto controllo le tue abitudini di spesa! Minimizza debiti e passivi! Vivi entro i tuoi mezzi, poi aumentali man mano che aumenta il tuo reddito mensile! Stabilisci quale cifra investire al mese e per quanti mesi ad un tasso realistico di rendimento e, con questi dati, calcola quanto ti ci vorrà per raggiungere i tuoi obiettivi prefissati! Calcola quanti soldi ti servono ogni mese per vivere, saranno le tue spese mensili!

Il fatto di avere un tuo Piano Finanziario a lungo termine che riduce i tuoi debiti e ti fa accantonare una piccola somma ogni mese in un buon Fondo Comune, ti darò un vantaggio di partenza per andare in pensione ricco! Tutto se cominci abbastanza presto e tieni d’occhio ciò che fai!!!

A questo livello, fai cose semplici, non fare investimenti complicati e pericolosi!!! Lascia perdere gli investimenti più sofisticati!!!

A questo livello, è meglio limitarsi a investimenti sicuri su azioni e fondi comuni!!! Impara presto, se non lo hai mai fatto, come comprare Fondi Comuni “riservati”! NON tentare di battere in astuzia il mercato!!!

Usa con saggezza gli strumenti assicurativi come protezione, NON per accumulare ricchezza! Ma ricorda sempre che “NON esistono investimenti sicuri al 100%”!!!

Smetti di aspettare “il grande affare” della tua vita!!!

Inserisciti nel “gioco” con piccoli affari da pochi euro!!!

All’inizio NON preoccuparti di avere “ragione” o “torto”, comincia e basta!!!

Imparerai di più appena investirai dei soldi … pochi giusto per cominciare!!! I soldi hanno la capacità di aumentare rapidamente la nostra intelligenza!!! Infatti, paure ed esitazioni ci rendono ottusi!!!

Ricorda i “piccoli affari” conducono, spesso, a quelli più grandi … ma devi cominciare NON temporeggiare!!!

Inizia oggi stesso, non aspettare!!! Più aspetti e più sprechi uno dei nostri ATTIVI più preziosi, l’intangibile ed inestimabile TEMPO!!!

Al livello 4 appartengono la maggioranza dei milionari americani e del mondo!!! Il milionario medio è descritto così:

Guida una berlina, possiede un’azienda e vive nei propri mezzi senza strafare. Studia o si informa sugli investimenti, ha un piano finanziario e investe a lungo termine! Quando investe, NON fa cose complesse, rischiose o stravaganti! Le sue abitudini finanziarie ben equilibrate lo rendono ricco e di successo nel lungo termine!!!

Per chi NON ama il rischio e preferisce focalizzarsi sulla propria professione, invece di passare molto tempo a studiare gli investimenti, il livello 4 è d’obbligo se vuole vivere una vita di prosperità e abbondanza finanziaria!!!

Per loro è ancora più importante chiedere la consulenza di pianificatori finanziari che possano aiutarli a sviluppare la strategia di investimento e metterli sui giusti binari con un programma di investimenti a lungo termine!!!

L’investitore appartenente a questo livello è paziente e usa il vantaggio del tempo! Se cominci presto a investire regolarmente puoi arrivare ad una ricchezza fenomenale!!! Se cominci tardi, diciamo dopo i 45 anni, questo livello per te potrebbe NON funzionare!!!

Livello 5: l’investitore COMPETENTE!!!

Questi investitori possono “permettersi” di adottare strategie più aggressive o rischiose perché hanno buone abitudini finanziarie, una solida base di denaro ed un modo di investire “accorto”!!!

NON sono nuovi a questo “gioco”! Sono focalizzati e, in genere, NON DIVERSIFICANO!!!

Hanno una lunga serie di vittorie alle spalle e un numero sufficiente di sconfitte che ha dato loro la saggezza che ne deriva!!!

Sono quelli che, spesso, fanno investimenti “all’ingrosso” piuttosto che “al dettaglio”! Compongono i loro affari per “uso personale”! Oppure sono abbastanza “competenti” da inserirsi negli affari che i loro amici del Livello 6 hanno messo insieme e ora hanno bisogno di capitali!!!

Cosa determina questa competenza? Hanno una solida base finanziaria dalla loro professione, dai loro affari o dal reddito per la pensione, oppure ce l’hanno da investimenti “conservativi”!!!       Hanno “sotto controllo” il rapporto tra DEBITI e CAPITALE, cioè hanno più REDDITO che SPESE!!! Sono ben istruiti sul mondo della finanza e cercano attivamente nuove informazioni! Sono cauti, ma non cinici, tengono sempre “la mente aperta”!!!

Rischiano meno del 20% del loro intero capitale nelle speculazioni!

Iniziano spesso in piccolo, investendo pochi soldi, per imparare il mestiere, sia che si tratti della compravendita di azioni, l’acquisto di un’impresa, di immobili, ecc…

Se perdessero questo 20% di capitale, NON ne resterebbero danneggiati più di tanto ma, soprattutto, NON avrebbero problemi di vita quotidiana!!!

Anzi, per loro la perdita è vista come una lezione da cui imparare e tornano subito nel “gioco” al fine di imparare ancora di più! Sono consapevoli che il fallimento o la perdita di un round fa parte del processo che li porterà al successo! Quindi, pur detestando perdere, NON ne hanno paura!!! Perdere li ispira a progredire, ad imparare, invece di tuffarsi nella loro caverna emotiva e telefonare al loro avvocato!!!

Come investitori competenti, sanno crearsi affari con ritorni che vanno dal 25% all’infinito!!! Sono ritenuti competenti perché hanno soldi extra, una squadra di consulenti scelti ed una storia di successi finanziari!!!

Come esistono persone che comprano i componenti del proprio PC e dopo lo assemblano da soli, gli investitori competenti si  creano da soli i propri investimenti assemblando le varie componenti!         

Gli investitori competenti sanno che i difficili momenti economici o di mercato offrono le migliori opportunità di successo! Entrano nel mercato quando gli altri escono! Ma sanno anche quando uscirne!   A questo livello, una strategia di uscita è più importante di quella di entrata nel mercato! Preferiscono investire, generalmente, in IMMOBILI, CARTEVALORI sottoprezzo, IMPRESE, FALLIMENTI o nuove emissioni AZIONARIE! Hanno un Piano ed obiettivi precisi!!!  Studiano tutti i giorni. Leggono i giornali, le riviste, sono abbonati ai bollettini finanziari e frequentano seminari sugli investimenti!     Inoltre, partecipano attivamente alla gestione dei loro investimenti! Capiscono il denaro e sanno come farlo lavorare per loro!!!

Il loro obiettivo principale è aumentare i loro ATTIVI, piuttosto che investire per avere maggiore liquidità da spendere!!!

Reinvestono i loro guadagni per avere una base maggiore di ATTIVI che producono una maggiore rendita o alti guadagni con una minima esposizione fiscale! Sanno che è la strada giusta per la ricchezza a lungo termine!!!

Spesso, insegnano queste conoscenze ai figli e tramandano la loro fortuna alle generazioni seguenti sotto forma di aziende, fondi fiduciari e compartecipazioni. Personalmente possiedono poco o nulla!!! Niente compare a loro nome per motivi fiscali!!! Ma, pur non possedendo nulla, controllano TUTTO per mezzo di società per azioni!!! Controllano le ENTITA’ LEGALI (società per azioni, società a responsabilità limitata, ecc.) che possiedono i loro ATTIVI!!!

Hanno un Consiglio di Amministrazione personale che li aiuta a gestire i loro ATTIVI!!!

Questo informale consiglio di amministrazione è costituito dai loro direttori di banca, commercialisti, avvocati e agenti di cambio! Spendono una piccola fortuna in consulenze professionali, non solo per aumentare la loro ricchezza, ma anche per proteggere le loro ricchezze da parenti, amici, controversie legali e dallo Stato!!! Anche dopo la loro morte controllano la loro ricchezza!!!

Sono soprannominati “dispensatori di denaro”!!!

Salva

Nella lezione precedente, la n. 37, sull’istruzione finanziaria, abbiamo concluso citando il livello zero ed il livello 1 degli investitori, secondo una classifica a 7 livelli ipotizzata dal famoso autore di best sellers e formatore milionario Robert Kyiosaki nel suo libro (che consigliamo, non solo di leggere ma di studiare proprio), I QUADRANTI DEL CASHFLOW!!!

Ora proseguiamo con i livelli successivi!

Livello 2: i risparmiatori!!!

Queste persone accantonano regolarmente una piccola somma di denaro. Questo denaro viene investito in Fondi a basso rischio e a basso rendimento come Titoli di Stato, etc …

I risparmiatori se hanno un Fondo Pensione Integrativa lo hanno presso una Banca o in un Fondo Comune di Investimento!!!

Spesso risparmiano per consumare, raramente per investire!!!

Es.: comprare un nuovo televisore, una nuova automobile, nuove vacanze, etc. …

Credono esclusivamente nel pagamento in contanti!!! Hanno paura dei debiti e dei crediti!!! Ai risparmiatori piace la sicurezza dei soldi in banca sul conto corrente!!!

Anche se gli dimostri sulla carta, nero su bianco, calcoli alla mano, che, attualmente, risparmiare produce un reddito negativo, considerato che su quei soldi versati in banca tu paghi tasse su tasse e il capitale è continuamente eroso dall’inflazione, NON saranno comunque disposti ad investire perché “rischioso”!!!

NON si rendono neanche conto che il dollaro statunitense dal 1950 ad oggi si è svalutato del 90% e perde ogni anno più del 5%, l’euro nell’eurozona ha perso il 32% del suo potere d’acquisto dal 2002 ad oggi in poco più di 10 anni e continua la sua discesa …

Risparmiando i soldi e versandoli su un conto corrente oggi quanto possiamo ricevere come interesse? E versandoli su un libretto postale? 1 a 1,5% sul conto corrente bancario e 0,01% sul libretto postale al pari dei titoli di Stato italiani!!!

NON capiscono che i loro soldi in banca / posta sono erosi dall’inflazione (attualmente 1,51% in Italia) e dalle tasse, quindi, NON hanno lo stesso potere d’acquisto di quando li hanno versati sul conto corrente o sul libretto!!!

Inoltre, per maggiore sicurezza personale, sottoscrivono un sacco di polizze assicurative: infortuni, vita, etc. …

I risparmiatori sprecano il loro “attivo” più prezioso, IL TEMPO, per cercare di risparmiare pochi centesimi!!!

Anziché “sprecare” tempo a risparmiare pochi centesimi, potrebbero dedicare quel tempo a istruirsi finanziariamente per imparare ad investire!!!

Invece, il loro profondo bisogno di sicurezza, dettato dalle loro paure, li porta a depositare i risparmi in Fondi a basso rendimento!!!

Spesso, li senti dire: “Un centesimo risparmiato è un centesimo guadagnato!”

La verità è che c’è una profonda insicurezza che guida la loro vita!!!

Sono l’opposto dell’investitore di livello 1!!!

Il risparmio era un’ottima idea nell’Era rurale, già nell’Era industriale non era più un’idea intelligente!!!

Poi, gli Stati Uniti, hanno abbandonato la parità aurea in cui il denaro era garantito dall’oro, e hanno iniziato a stampare selvaggiamente dollari in banconote!!! Era nata l’INFLAZIONE!!!

Chi risparmia in tempi di inflazione finisce per essere un perdente!!!

E’ bene avere dei risparmi! E’ consigliato avere da sei mesi ad un anno di spese vive in risparmi non vincolati!!!

Ma oltre a ciò, esistono mezzi di investimento migliori e molto più sicuri rispetto a tenere semplicemente i soldi in banca!!!

Tenere i soldi in banca guadagnandoci un misero 1 – 2% di interesse lordo mentre altri prendono il 15 – 20%, non è una saggia strategia di investimento!!!

Comunque, se non sei disposto a studiare gli investimenti e vivere nella perenne paura del rischio finanziario, allora i risparmi sono una scelta migliore rispetto agli investimenti.

Non c’è bisogno di essere un genio se tieni soltanto i soldi in banca … e la banca ti amerà!!!

Livello 3: gli investitori intelligenti!!!

Il gruppo degli investitori “intelligenti” contiene al suo interno tre diversi tipi di investitori.

L’investitore intelligente è consapevole della necessità di investire!!!

L’investitore intelligente, potrebbe anche aderire a Piani Pensionistici aziendali, così come a volte ha anche investimenti “esterni” come Fondi Comuni, Azioni, Obbligazioni ed altro …

In genere, oltre ad essere persone intelligenti, hanno anche una solida istruzione. Costituiscono, negli Stati Uniti, i due terzi di quello che viene definito il “ceto medio” del Paese! In Italia il “ceto medio” è stimato attorno al 45% della popolazione!!!

Tuttavia, quando si tratta di investimenti veri e propri, spesso, NON sono finanziariamente istruiti … o sono carenti di quella che in gergo, nel settore finanziario, viene definita competenza!!!

Leggono raramente i RAPPORTI ANNUALI o i PROSPETTI INFORMATIVI di un’azienda quotata in borsa!!!

Come potrebbero? Nessuno ha insegnato loro a leggerli!!! Sono carenti in competenza finanziaria!!! Spesso possiedono una laurea o più di una, possono essere professori o anche dottori commercialisti, ma pochi di essi hanno un’istruzione formale sul mondo vincere / perdere degli investimenti!!!

Abbiamo detto che negli investitori intelligenti ci sono tre categorie di investitori, vediamole:

Livello 3 – A: le persone in questo livello fanno parte del gruppo “NON VOGLIO SAPERNE NIENTE” ! Si sono auto – convinti che NON capiscono i soldi e non li capiranno mai!!! Le loro frasi tipiche sono:

  • Non sono bravo con i numeri;
  • Non capirò mai come funzionano gli investimenti;
  • Sono troppo occupato;
  • C’è troppa burocrazia;
  • E’ troppo complicato;
  • Investire è troppo rischioso;
  • Preferisco lasciare le decisioni finanziarie ai professionisti;
  • E’ troppo problematico;
  • Il mio coniuge gestisce gli investimenti per tutta la famiglia.

Queste persone lasciano i loro soldi a rendere poco o nulla nei Piani Pensionistici o li affidano a Programmatori Finanziari che consigliano la “DIVERSIFICAZIONE”. Queste persone non si curano del loro futuro finanziario ed il pensiero neanche li sfiora!

Lavorano intensamente giorno dopo giorno e dicono a se stessi: almeno ho un Fondo Pensione!!!

Quando andranno in pensione realmente, e SOLO quella volta, vedranno come sono andati i loro investimenti!!!

Livello 3-B: la seconda categoria è quella dei “cinici”!!! Queste persone conoscono tutti i motivi per cui un investimento non funzionerà! E’ pericoloso averli attorno! Spesso sembrano intelligenti, parlano con autorità, hanno successo nel loro settore, ma sotto l’aspetto intellettuale esteriore sono dei VIGLIACCHI!!!

Sanno spiegarti bene come e perché sarai “preso in giro” da qualunque investimento esistente al mondo!!! Quando chiedi la loro opinione su un’azione o altro investimento, ti sentirai malissimo, pieno di dubbi e paure!!! Le parole che ripetono di più sono: Mi hanno imbrogliato una volta! Non riusciranno a farlo ancora!!!

Spesso, citano nomi altisonanti per farti capire che “sanno” e dicono frasi tipo: il mio agente, alla Merril Linch, o alla J.P. Morgan …

Citare nomi famosi li aiuta a nascondere le loro insicurezze!

Eppure, stranamente, questi stessi CINICI seguono il mercato come pecore!!! Al lavoro leggono sempre le pagine finanziarie più attendibili (Il sole 24 ore, Milano Finanza, etc. …)

Leggono i giornali finanziari e poi, nella pausa caffè, raccontano a tutti i colleghi e clienti quello che sanno per far capire che sono esperti! Infatti, infarciscono i discorsi con la più moderna terminologia finanziaria e tecnica!!! Parlano di grandi affari ma non ne fanno mai parte!!! Cercano le azioni che fanno notizia in prima pagina e, se l’articolo li soddisfa, spesso, comprano quelle stesse azioni!!! Il guaio è che comprano tardi!!! Se aspetti che la notizia arrivi sui giornali … è ormai troppo tardi!!! Gli investitori professionisti hanno comprato molto prima che uscisse la notizia!!!

Il CINICO questo non lo sa!!!

Quando arrivano brutte notizie finanziarie, criticano e dicono che lo sapevano già!!!

Pensano di far parte del gioco … ma sono solo degli spettatori a bordo campo!!!

Spesso, vorrebbero partecipare ma dentro di sé hanno veramente paura di farsi male! Per loro la sicurezza è più importante del divertimento!!!

Gli psicologi ritengono che il “cinismo” è una combinazione di paura e ignoranza, che a sua volta è causa di arroganza!!!

Abbiamo detto che gli investitori 3-B si inseriscono nelle oscillazioni di mercato quando è troppo tardi! Aspettano, stupidamente, di avere la “prova sociale” che la loro decisione di investimento è quella giusta!!!

Siccome, appunto, aspettano la prova sociale, comprano in ritardo quando il mercato azionario è in ascesa ed i prezzi aumentano vertiginosamente e vendono quando lo stesso mercato è in ribasso o crolla, collezionando, così, perdite notevoli!!!

Compri a tanto e vendi a poco o a zero!!!

Si giustificano dicendo che nel comprare al rialzo e nel vendere al ribasso o in fase di crollo del mercato, sono stati nuovamente “truffati”!!! Ma da chi???

Gli investitori professionisti definiscono i “cinici” con un termine forte, cioè “maiali”!!! Perché come i maiali stridono molto e poi corrono a farsi macellare!!!

Perché comprano al rialzo e vendono al ribasso o in fase di crollo del mercato? Perché sono così “intelligenti”  che sono eccessivamente prudenti!!!

Si considerano molto intelligenti, ma hanno il terrore di rischiare o fare errori, per cui studiano di più per diventare ancora più “intelligenti”!!! Più sanno, o pensano di sapere, più rischi vedono!!! Per evitare tali rischi studiano ancor di più!!!

Si buttano nel mercato quando la loro avidità vince le loro paure!!!

Arrivano alla mangiatoia con gli altri maiali e poi, si fanno macellare!!!

Chi li ascolta, colleghi di lavoro o clienti, vengono contaminati dalle loro paure travestite da intelligenza!!!

Quando vuoi investire, ti sanno dire perché la cosa non funzionerà! NON ti diranno mai perché può funzionare!!!

Gli ambienti accademici, politici, ecclesiastici e dei media sono pieni di queste persone!!! A loro piace sentire parlare di disastri o imbrogli perché così possono diffondere “la notizia” a loro piacimento!!!

Un CINICO parlerà sempre male degli investimenti, è il suo modo di proteggersi dal rivelare la propria ignoranza e vigliaccheria!!!

NON fare mai distruggere i tuoi sogni finanziari da un cinico!!! E’ vero che il mondo della finanzia è pieno di truffatori, imbroglioni e ciarlatani, ma quale settore professionale non lo è???

Stai attento ai cinici come ai truffatori, entrambi sono pericolosi!!!

Livello 3-C: La terza categoria è quella del “giocatore d’azzardo”!!!

Gli investitori professionisti li considerano anch’essi dei “maiali”!!!

Tuttavia, sono agli antipodi, mentre il CINICO è troppo prudente, il GIOCATORE D’AZZARDO non lo è abbastanza!!!

Osservano il mercato azionario come se stessero osservando un tavolo da gioco a Las Vegas!!!  E’ solo fortuna!!! Lanciano i dadi e pregano!!!

Questo gruppo non ha regole né princìpi economici precisi! Vogliono mostrarsi “esperti”, quindi, fingono finché vincono o perdono tutto!!! E’ più probabile il secondo caso!!!

Invece di studiare gli investimenti, cercano “dritte” o “scorciatoie” per investire!!!

Si buttano nel “gioco” senza sapere chi sono i giocatori e chi stabilisce le regole!!!

Sono i peggiori investitori del pianeta!!!

Cercano di fare sempre il “colpo grosso” e vanno ogni volta a vuoto!!!

Spesso perdono grandi quantità di denaro!!!

La società li definisce “giocatori d’azzardo incurabili”!!!

Nella precedente lezione, la n. 36, sull’istruzione finanziaria, abbiamo concluso dicendo che creare un’azienda comporta un certo rischio, ma ti da la formazione come imprenditore! Alternativa è comprare un franchising (se hai molti soldi) o associarti ad un’azienda già pronta e testata di network marketing per una cifra modesta!!!

I sette livelli degli investitori!

John Burley, grande magnate americano degli immobili e della finanza, ha creato una suddivisione degli investitori in sei categorie a seconda il loro livello di competenza e delle caratteristiche personali. Il grande formatore sull’istruzione finanziaria, il milionario Robert Kyiosaki, ne ha aggiunta una settima!!!

Livello 0 (zero): Quelli che non hanno nulla da investire!

Queste persone non hanno nulla da investire. Spendono tutto ciò che guadagnano o anche di più di quello che guadagnano!!! Esistono molte persone “ricche” che rientrano in questa categoria perché riescono a spendere più di quello che guadagnano anch’esse!!! Purtroppo, al livello “zero” appartiene circa il 50% delle persone adulte nel mondo!!!

LIVELLO 1: COLORO CHE PRENDONO PRESTITI!

Queste persone risolvono i loro problemi finanziari prendendo denaro in prestito!!!

Spesso, investono anche con denaro preso in prestito!!!

La loro idea di Programmazione Finanziaria consiste nel prendere con una mano e spendere con l’altra!!!

Vivono i loro problemi finanziari come gli struzzi, nascondono la testa sotto la sabbia!!!

Sperano e pregano che i loro problemi finanziari si risolvano da soli, come per magia!!!

Possono anche arrivare a possedere qualche “attivo”, ma il loro livello di debito è troppo alto!!!

Generalmente, non sono consapevoli del denaro e delle loro abitudini di spesa!!!

Qualsiasi cosa di valore possiedano è gravata da un debito!!!

Usano impulsivamente le Carte di Credito e poi riversano quel debito in prestiti ipotecari a lungo termine per saldare le Carte di Credito e ricominciare a fare debiti!!!

Se sale il valore della loro casa, prendono un nuovo prestito sull’ipoteca o comprano una casa più grande e più costosa!!!

Credono che il valore degli immobili possa solo salire!!!

La frase: “Piccolo anticipo, comode rate mensili!” attira sempre la loro attenzione!!!

Con questa frase in mente, spesso, comprano beni che si svalutano rapidamente, come barche, piscine, vacanze estive ed automobili!!!

Considerano questi beni di consumo come “ATTIVI” e tornano in banca per un altro prestito, meravigliandosi se gli viene rifiutato!!!

Spendere è il loro esercizio preferito!!! Acquistano cose di cui NON hanno bisogno, dicendo dentro di sé:”Forza, te lo meriti!” Oppure: “Se non lo compro adesso, può darsi che non lo trovi più ad un prezzo così vantaggioso!” O la tipica frase: “Voglio che i miei figli abbiano quello che non ho mai avuto io!”

Pensano che distribuire un debito su un lungo periodo di tempo sia intelligente, prendendosi in giro pensando di lavorare di più e un giorno riuscire a pagare tutti i conti!!! Sono consumatori accaniti, la gioia di ogni commerciante!!!

Se hanno soldi li spendono subito, se non hanno soldi li chiedono in prestito, ma il loro destino è lo stesso!!!

Quando chiedi loro, ma quale è il tuo problema? Ti risponderanno sempre che NON guadagnano abbastanza!!! Pensano che avere più denaro sia la soluzione ai loro problemi!!! NON importa quanto guadagnano, fanno sempre PIU’ debiti!!!

Anche se hanno raggiunto il reddito dei loro sogni, non gli basta lo stesso!!!

Non riescono a capire che il loro problema non è il reddito, ma le pessime abitudini di spesa!!!

Alcuni, alla fine, si disperano e si convincono che la loro situazione è senza speranza! Così nascondono ancor di più la testa sotto la sabbia e continuano imperterriti a fare le stesse cose sbagliate!!!

La loro abitudine è fuori controllo, chiedere prestiti, comprare e spendere tutto!!!

La loro fobia di spendere sempre è come il cibo per un bulimico!!!

Litigano spesso con i familiari per problemi di soldi, difendendo ad oltranza il loro bisogno di comprare continuo!!!

Negano la loro fallimentare situazione finanziaria come se avessero gli occhi foderati di prosciutto!!!

Questo livello di investitore, visto dal di fuori, può apparire ai più come una persona RICCA, con grandi case e macchinoni, ma se controlli bene, compra tutto con soldi presi in prestito ed è indebitato fino al collo!!! Spesso guadagnano molti soldi, ma sono vicinissimi alla rovina finanziaria!!!

Se queste persone NON sono disposte a cambiare radicalmente, il loro avvenire finanziario sarà molto fosco …

Nella precedente lezione, la n. 35, sull’istruzione finanziaria, abbiamo concluso spiegando in breve, come diventare un titolare di grande impresa commerciale di successo o “T”, prima cosa imparare a “vendere” così non avrai più la paura del rifiuto superando i difetti del tuo carattere personale! Seconda cosa, impara ad essere un leader di successo imparando a gestire le persone del tuo team!!!

Network Marketing!!!

Come scegliere l’azienda di network marketing a cui associarti? Io sceglierei:

  1. Un’azienda che abbia una storia di comprovato successo e che abbia un piano di retribuzione che sia in voga da anni!!!
  2. Che offra opportunità d’affari con cui poter avere successo con relativa facilità e da poter condividere con gli altri!!!
  3. Che abbia diversi programmi di formazione tutti a lungo termine, tesi a farti crescere personalmente NON solo nella vendita ma a livello umano globale! Programmi che facciano accrescere in te l’autostima perché nel quadrante “T” (titolare di grande impresa commerciale) l’AUTOSTIMA è fondamentale!
  4. Che sia dotata anche di un forte programma di SUPPORTO con persone esperte! Hai bisogno di imparare da dei LEADER non da “semplici” consulenti!!! Il vero imprenditore leader vuole che tu abbia successo!!!
  5. In cui lavorano persone che rispetti, da cui sei rispettato e con le quali ti piace stare!!!

Se l’azienda di network marketing da te presa in considerazione, soddisfa questi 5 criteri, solo dopo interessati ai suoi prodotti!

La maggior parte delle persone fa il contrario, prima guarda il prodotto così NON guarda il sistema impresa che la costituisce né l’organizzazione che c’è dietro!!! Oppure, guardano SOLO il Piano di retribuzione!!!

Se vuoi diventare un semplice venditore, quindi restare nel quadrante “A” (lavoratore autonomo), il PRODOTTO è la cosa più importante!!!

Ma, se vuoi diventare un vero “T” (titolare di grande impresa commerciale) a lungo termine, il sistema azienda, la formazione continuativa e le persone che ne fanno parte, sono le cose più importanti!!!

Gli esperti di network marketing, dei veri imprenditori con la T maiuscola, quelli che danno il vero valore alle cose e perciò giudicano più importante del denaro il TEMPO,

dicono: “Puoi dire di aver raggiunto il vero successo nel network marketing, quando il tuo impegno in termini di TEMPO e lavoro nel breve termine, porta a rendite significative nel lungo termine!”

Nel network marketing, una volta che hai costruito un’organizzazione solida, potrai smettere di lavorare ed il flusso della tua rendita continuerà ad arrivarti grazie all’organizzazione del sistema azienda che hai costruito!

Quindi, l’elemento chiave per il successo nel network marketing, è il tuo impegno a lungo termine, così come l’impegno dell’azienda che rappresenti, di plasmarti nel LEADER che vuoi diventare!!!

Un sistema è un ponte verso la libertà finanziaria!!!

Il grande imprenditore ed Autore di Best Sellers multimilionario Robert Kiyosaki è passato da “senzatetto” a “multimilionario” in pochi anni ed attualmente lavora ma solo come hobby in quanto ha raggiunto la libertà finanziaria che gli consente di scegliere se lavorare o meno, tutto ciò a vita!!! Oltre alla libertà gode di una certa sicurezza finanziaria ma, dice Kiyosaki non data dal denaro ma dalle capacità acquisite nel tempo di saper costruire ATTIVI ed attività dal nulla!!! Quando si dice un titolare d’impresa con le p….!!!

Ha creato società immobiliari, petrolifere, minerarie e 2 scuole di formazione private! Un uomo che sà come costruire dei sistemi azienda di successo!!!

Dice: Sviluppare dei sistemi azienda di successo comporta, come tutte le iniziative personali, un certo grado di rischio che può fare paura!!! Ma sicuramente cercare un posto di lavoro fisso e rimanerci per tutta la vita NON è un modo più intelligente di affrontarla!!!

Oggi, grazie alla tecnologia, i rischi dell’imprenditoria sono fortemente ridotti … e l’opportunità di avere un proprio sistema azienda è disponibile praticamente a tutti!!!

E se anche non lo vuoi creare, il franchising ed il network marketing hanno eliminato gli aspetti più difficili della sua creazione mettendo a disposizione dei sistemi già testati e funzionanti!!!

Se acquisti un franchising o ti associ ad un network marketing, hai un sistema completo testato e funzionante e tu dovrai solo vendere, nel primo caso e formare le persone nel secondo caso!

Potrebbero essere il tuo ponte verso la libertà finanziaria!!!

Salva

Nella precedente lezione, la n. 34, sull’istruzione finanziaria, abbiamo concluso dicendo che sia nella scuola dell’obbligo, sia nella formazione in generale, in Italia come nel mondo, anche importanti e famigerati corsi manageriali insegnano ai nostri ragazzi a diventare solo dei Manager, ossia dei dipendenti molto ben pagati, nessuna scuola pubblica o privata insegna realmente a diventare imprenditori, dei veri “T” (titolari di grandi imprese commerciali)!!!

Pochi insegnano realmente ciò che ci vuole per essere un “T” (titolare di grande impresa commerciale)!!! Spesso, sono gli “A” (lavoratori autonomi) che intraprendono il viaggio verso il quadrante “T”, ma con la mentalità sbagliata rimangono intrappolati nel quadrante “A” perchè loro stessi sono il SISTEMA!!! Il vero “T”, invece, crea un sistema impresa che va avanti senza il loro coinvolgimento diretto e personale!!!   

Ci sono tre modi per passare rapidamente dai quadranti “D” (lavoratore dipendente) ed “A” (lavoratori autonomi) all’ambìto quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali):

1. Trovare un MENTORE, una persona  che ha già percorso con successo la strada che vuoi fare tu … e sia disposta a insegnartela!!! Non cercare consulenti! Un consulente finanziario  è qualcuno che ti dice, secondo lui, cosa devi fare ma NON lo ha mai fatto personalmente!!! La maggior parte dei consulenti fanno parte del quadrante “A” (lavoratori autonomi)!!! NON sono ricchi! Perchè???

Per quanto si debba tenere sempre la mente aperta ed ascoltare tutti i consigli che ti vengono dati, devi anche tenere conto da che quadrante provengono!!!

Bisogna imparare e studiare la leadership per diventare dei leader NON dei Manager!!! Capita spesso che i manager considerino i loro diretti dipendenti come persone inferiori di scarsa intelligenza! Il leader, invece, spesso, devono dirigere dipendenti o collaboratori più intelligenti!!! E lo fanno con maestria!!!

Studia per diventare un “T” (titolare di grande impresa commerciale) e per essere un leader!!! Non acquistare MAI un’attività da un “A” (lavoratore autonomo)!!! Il lavoratore autonomo non ha investitori perchè NON ha e NON mai creato un sistema azienda efficiente perchè, generalmente, è lui stesso il slstema!!! Il lavoratore autonomo ha incentrato tutto il lavoro su sè stesso, per cui se si ferma si ferma il sistema ed addio soldi!!!

Una Banca NON investirà mai su un lavoratore che decide di mettersi in proprio, perchè non avendo un sistema testato e funzionante NON è sicuro prestargli dei soldi! E se non lo fa una banca perchè dovresti farlo tu?

Inoltre, generalmente, chi cerca fondi e finanziamenti a vario titolo, NON conosce, per ignoranza, la differenza tra un PRODOTTO ed un SISTEMA!!! Di prodotti e/o servizi ne esistono migliaia ma se non li sai tradurre in un sistema impresa di successo non servono a nulla!!! Se, altresì, conosci come funzionano tutti i sotto sistemi che costituiscono un  sistema impresa e sai come realizzarlo, qualsiasi idea di un prodotto e/o servizio sarà vincente nelle tue mani!!! Inoltre, perchè qualsiasi attività imprenditoriale sopravviva e prosperi, il 100% di tutti i sotto – sistemi di cui è composta, deve essere funzionante ed affidabile!!!

Ecco perchè NON è facile mettere su un sistema impresa completo funzionante!!!

Se un’azienda fallisce o non prospera, non funziona correttamente o adeguatamente uno dei suoi sistemi (marketing, vendite, fornitori, contabilità, etc…) che la compongono!!! Ciò vuol dire che esiste una lacuna in quel sotto – sistema NON sufficientemente sviluppato o gestito male!!!

Consiglio di NON investire mai o quasi mai in nuove idee o nuove società se vengono dal nulla!!!

Gli investitori professionisti investono su sistemi (aziende) comprovate e conosciute ma, soprattutto, gestite da persone capaci!!! Ciò diminuisce, e di molto, il rischio stesso dell’investimento!!! Se vuoi essere un investitore intelligente devi fare come gli investitori professionisti!!!

Il network marketing!!!

Inizialmente, anche il network marketing venne visto, come il franchising, come qualcosa di illegale e si tentò di metterlo al bando!!! Alcuni Paesi nel mondo ci sono riusciti ed altri sono riusciti a limitarlo fortemente! Per qualsiasi nuovo sistema o idea si tende, per un periodo di tempo, a vederlo come “strano e sospetto”!!! Tuttavia, anche il network marketing, oggi, è considerato un valido modello del quadrante “T” (titolare di grande impresa commerciale)!!! Tante persone nel mondo si stanno arricchendo o si guadagnano da vivere grazie al network marketing! E’ un sistema impresa ormai collaudato e funzionante a cui ci si può associare con una modica cifra, attorno ai 150 – 250 euro! Una volta associato diventi un distributore indipendente di quest’azienda dotata di prodotti di ottima qualità e di un sistema di pagamento a provvigioni molto interessante!!!

Inoltre, grazie alla tecnologia ed a Internet, NON hai le rogne tipiche di un sistema impresa tradizionale (spedizione ordini, la fatturazione, il rifornimento merci, etc…), tutte noie estremamente impegnative!

Nel network marketing, infatti, di questo si occupa per intero l’azienda, tu come distributore puoi interamente focalizzarti sulla costruzione del tuo network di persone!!! Il network marketing, infine, se sei diligente e paziente nel costruirti il tuo network di distributori indipendenti, ti può portare molto lontano anche senza grande istruzione finanziaria che comunque consiglio sempre di affrontare!!! Anzi, i guadagni che puoi realizzare con il network marketing ti possono regalare il tempo necessario a istruirti finanziariamente anche come investitore!!!

Un franchising personale!!!

Oggi, consiglio alle persone che cercano di diventare imprenditori nel quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali), di prendere in seria considerazione il NETWORK MARKETING! Molti franchising possono costare centinaia di migliaia di euro se non milioni di euro, invece, il network marketing è alla portata di tutti perchè nel range di 150 – 250 euro!!! Tuttavia, quando cerch l’azienda di network marketing cui associarti, NON cercare in base ai prodotti che offre, ma cercala in base al piano di formazione che offre ed al piano di pagamento offerto!!! Purtroppo, troverai aziende di network marketing che puntano solo a farti vendere i loro prodotti per arricchirsi loro e aziende di network marketing che puntano molto sulla tua formazione personale, punta su queste ultime!!! Infatti, se ti formi bene come venditore o come costruttore di network di persone, sarai sulla buona strada per diventare un ottimo “T”!!!

Come diventare un titolare di grande impresa commerciale di successo!!!

Ecco come diventare un “T” di successo:

1. Per avere successo come imprenditore devi imparare a vincere la paura di essere rifiutato, tipica del venditore inesperto, e smettere di preoccuparti di quello che gli altri diranno di te!!! Ripetiti mentalmente, nel tuo dialogo interno, la seguente frase: Ciò che pensate di me non sono affari miei! Ciò che conta davvero è ciò che io stesso penso di me stesso, ed io penso di essere un ottimo venditore!!! Per cui, se sei timido o introverso, supera la tua timidezza e la paura del rifiuto e buttati a capofitto nella tua attività di network marketing!!!

2. Impara ad essere un leader, impara a guidare il tuo team, il tuo network! La parte più difficile del lavorare con gli altri è che sicuramente hai a che fare con persone diverse tra loro!!! Le persone di successo sono dei leader naturali!!! Sono predisposti ai rapporti umani e sanno come prendere “per il verso giusto” il loro team aziendale!!! Sanno come ottenere il massimo da ognuno di loro!!! Essere un leader si può tuttavia imparare!!!

Nella lezione precedente, la n. 33, sull’istruzione finanziaria, abbiamo concluso dicendo che conviene, nel passare nei quadranti “T” ed “I” per raggiungere la libertà finanziaria, prima di tutto passare nel quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali) e poi, una volta avviata un’attività fiorente che genera cashflow positivo, passare nel quadrante “I” (investitori professionisti)!!!

Spostandoti nel quadrante “T” dei titolari di grandi imprese commerciali, il tuo obiettivo è di essere proprietario di un sistema, inteso come un insieme di sottosistemi (es. sistema contabile, sistema marketing, sistema vendite, etc…) e avere persone che lo fanno funzionare per te!!!    Puoi svilupparlo tu stesso o acquistarne uno già pronto!!! Pensa al tuo sistema azienda come ad un ponte che ti porta dai quadranti di sinistra (lavoratori dipendenti e autonomi) ai quadranti di destra (titolari di grandi imprese commerciali e investitori professionisti) che ti traghetteranno verso la tua libertà finanziaria!!!

Oggi, disponibili sul mercato ci sono tre sistemi attuali e funzionanti:

1. Azienda tradizionale – dove sviluppi un tuo sistema;

2. Franchising – dove compri un sistema già esistente e testato;

3. Network Marketing – ti associ e diventi parte di un sistema già esistente e testato.

Tutti e tre questi sistemi sono attuali e funzionanti, nel senso che sono testati ogni giorno da milioni di persone che li posseggono, li hanno acquisiti o ne fanno parte! Ed alla fine tutti e tre fanno la stessa cosa, ti trasformano in un imprenditore!!!

Questi tre sistemi se utilizzati bene, ti forniranno facilmente un flusso stabile di denaro senza grandi sforzi fisici da parte dell’imprenditore (TU) … una volta entrati in funzione!!! Il problema iniziale è farli entrare in funzione!!!

Costruire dall’inizio un sistema di sotto-sistemi (AZIENDA), richiede più tempo che acquistarne uno già attivo (FRANCHISING) o fare parte di un sistema già attivo e testato (NETWORK MARKETING)!!!

Perchè??? Perchè il quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali) richiede la conoscenza approfondita di un sistema per intero e inoltre, bisogna conoscere molto bene le persone che vi ci lavoreranno!!! Se non si ha esperienza e conoscenza approfondita del sistema azienda nel suo insieme o non si ha esperienza e conoscenza delle persone si possono commettere molti grossolani errori che possono portare un’azienda florida al fallimento! Ma il fallimento NON deve essere visto solo come una cosa brutta!!! Il fallimento è anche una grande opportunità per imparare dai propri errori così da non commetterli più!!! Diciamo che, se sei un giovane imprenditore, il fallimento è la cosa  peggiore che ti possa capitare ma anche la cosa migliore!!! Perchè??? TUTTI i più grandi imprenditori ci sono passati e seppure concordino che sia una bruttissima esperienza, dicono che il fallimento rappresenta anche la più grande lezione di imprenditoria mai ricevuta!!!

Avere successo comporta imparare e talvolta, imparare è dura!!!

La strada che porta al successo finanziario, purtroppo, è lastricata di tentativi, fallimenti e, alla fine, trovi il percorso giusto per te!!! Ma, soprattutto i fallimenti ti insegnano più della teoria accademica! Infatti, i fallimenti, pur non auspicabili, ti insegnano più cose su te stesso che non conoscevi e non avresti mai pensato di essere!!! Per cui non avere paura se ti capitano, fanno parte dell’imparare!!! Fanno parte del tuo processo di crescita come imprenditore e, anche se duri da digerire, se ne fai tesoro, sono un ottima fonte di insegnamento per te!!! La prossima volta, probabilmente, NON sbaglierai più!!! Le persone che NON hanno successo sono quelle che NON sono mai fallite o hanno paura di fallire per cui non agiscono!!! IL difficile nell’avviare dal nulla un’Azienda, sono le due variabili che entrano in gioco: il sistema e le persone che lo costruiscono!!!

La parte difficile!!!

Se entrambe le variabili che entrano in gioco per creare dal nulla un’azienda prospera, il SISTEMA e le PERSONE che lo costruiscono, sono difettose, le probabiiità di fallimento sono molto alte!!! Tra l’altro, è difficile capire dall’interno se il problema sono le persone o è proprio il sistema difettoso!!!

Il franchising!!!

Per la prima volta si sentì parlare di FRANCHISING in Francia e negli Stati Uniti d’America attorno agli anni ’30, in Italia la formula di affiliazione commerciale del franchising è arrivata solo negli anni ’70! Prima, sia in Italia che negli Stati Uniti, c’erano solo le grandi imprese e le imprese familiari! Erano però, talmente grandi le imprese, che era impensabile creare una nuova Azienda che facesse loro concorrenza!!!   Iniziarono a sentirsi in lontananza gli echi di un nuovo modo di fare imprenditoria e apparvero i nomi di McDonald’s e altri famosi franchising americani!!! Nel 2004 il legislatore italiano ha pensato di ribattezzare il franchising in Italia, AFFILIAZIONE COMMERCIALE, per distinguerla da quelle internazionali!!!

All’inizio, anche in America, il franchising era considerato, da chi non lo conosceva, illegale, una vera frode e pericoloso!!!

Sostanzialmente, però, il franchising o in Italia l’Affiliazione Commerciale, è per chi non ha voglia o non sa costruirsi da sè un proprio sistema impresa!!! Oggi, però, anche da noi è difficile immaginare una città senza un McDonald’s, un Burger King o una Pizza al taglio!!!

Imparare a diventare un “T” (titolare di grande impresa commerciale)!!!

Nel mondo e anche in Italia, molti figli di veri e propri imperi familiari, gelosamente tramandati da padre in figlio, di generazione in generazione,  vengono istruiti attraverso l’apprendimento diretto!!! Che vuol dire??? Vuol dire prendere un figlio e fin da piccolo insegnargli i trucchi dei ricchi su come gestire economicamente l’impero familiare!!! Ma anche nelle scuole dei ricchi viene insegnato a fare i “D”, i lavoratori dipendenti o al massimo gli “A”, i lavoratori autonomi!!! Quindi, prendere un giovane figlio e istruirlo personalmente a gestire il patrimonio familiare significa farlo passare da una mentalità “D” o “A” ad una mentalità “T”, titolare di grande impresa commerciale!!! Non certamente un passaggio facile facile!!!

Tuttavia, pochi hanno la fortuna o il  privilegio di imparare gli aspetti “dietro le quinte” del diventare un “T”!!!

Infatti, la maggior parte dei programmi di formazione manageriale al mondo, è solo ciò che promette di essere, le aziende insegnano solo a diventare dei manager, cioè lavoratori dipendenti profumatamente pagati, NON imprenditori!!! Quasi nessuno, insegna imprenditoria per diventare un vero “T”, titolare di grande impresa commerciale!!!

Salva

Salva

Nella precedente lezione, la n. 32, sull’istruzione finanziaria, ho chiuso citando un saggio che diceva: l’unica differenza tra una persona ricca ed una povera è cosa fanno nel tempo libero l’uno e l’altro!!!

Nella scorsa leziune, sempre la n. 32, abbiamo analizzato anche il percorso finanziario che porta alla SICUREZZA FINANZIARIA ed il percorso finanziario che porta alla LIBERTA’ FINANZIARIA intesa come massima espressione di sè e della ricchezza personale!!!

Ora, TI enucio il percorso che consiglio! Spesso, non solo io, ma anche famosi imprenditori che ora sono milionari o miliardari, consigliamo a chi vuole diventare ricco, di spostarsi dai quadranti di sinistra “D” (lavoratori dipendenti) ed “A” (lavoratori autonomi) ai quadranti di destra “T” (titolari di grandi imprese commerciali) e “I” (investitori professionali)!!!

Però è meglio, prima di puntare direttamente al quadrante “I” degli investitori, prima fare una puntatina al quadrante “T” dei titolari di grandi imprese commerciali in quanto abbiamo detto, sempre nella lezione precedente, la n. 32, che servono abilità diverse dal quadrante “T” al quadrante “I”!!!

Per le seguenti ragioni:

1. Esperienza ed istruzione: se hai successo prima di tutto come “T” (titolare di grandi imprese commerciali), avrai una maggiore opportunità di diventare un potente “I” (investitore professionista).

Gli “I” investono nei “T” !!! Gli investitori professionisti investono nelle aziende quotate in borsa, che sono le grandi aziende commerciali. Se prima sviluppi un forte senso degli affari come imprenditore, dopo automaticamente puoi diventare un investitore migliore!!! Sei in grado di individuare più facilmente altri bravi “T” (titolari di grandi imprese commerciali)!!! I grandi investitori professionisti investono in “T” di successo ed in idee di successo!!! Perchè??? Perchè è troppo rischioso investire in un lavoratore dipendente “D” o in un lavoratore autonomo “A” che non conosce la differenza tra un sistema ed un prodotto o che non ha doti di leadership!!!

Investitori e Titolari di grandi imprese commerciali!!!

Il secondo motivo per cui conviene PRIMA studiare e muoversi nel quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali), è il CASHFLOW!!!   Se hai un’attività già avviata e che va avanti da sola, dovresti avere sufficiente tempo libero e un adeguato flusso di cassa (cashflow) sufficiente a sostenere gli alti e bassi del quadrante “I” degli investimenti!!! Se non hai un CASHFLOW, NON puoi permetterti di investire semplicemente perchè NON puoi permetterti di “rischiare” finanziariamente!!! Il denaro da riservare agli investimenti deve essere denaro in più che hai e puoi rischiare di perderlo!!! Certamente NON andrai a rischiare il denaro che ti serve per vivere!!!

Investire richiede notevoli capitali e conoscenze!!!

La maggior parte degli investitori di successo, tranne rari casi, hanno perso molte volte prima di vincere!!! Il SUCCESSO è un cattivo maestro!!! L’apprendimento migliore avviene dagli ERRORI commessi, e nel quadrante “I” gli errori costano molto caro!!!

Se ti mancano sia conoscenza sotto forma di istruzione finanziaria sia capitali, investire è un SUICIDIO!!!

Studiare l’istruzione finanziaria per diventare prima un buon imprenditore di successo, ti permetterà di crearti il flusso di denaro necessario per andare avanti e diventare un buon investitore!!! Il CASHFLOW che creerai come imprenditore di successo, ti sosterrà mentre studi per diventare un buon investitore professionista!!! A questo punto puoi capire che NON servono soldi per fare soldi!!! Serve un buon Piano Finanziario, voglia di imparare e determinazione!!!

BUONE NOTIZIE!!!

Grazie ai grandissimi progressi tecnologi, oggi è più facile che mai avere successo come investitori!!!

Nella precedente lezione, la n. 31, sull’istruzione finanziaria, abbiamo accennato all’economia del nostro Paese, l’Italia, della situazione dei lavoratori italiani che stanno investendo in Piani Pensionistici “a rischio” per la cattiva gestione politica dell’economia italiana dal dopoguerra ad oggi, e che oggi continua!!! Abbiamo detto che una grossa colpa ce l’abbiamo anche NOI, causa la nostra ignoranza finanziaria!!!

La maggior parte degli italiani SIAMO lavoratori dipendenti o autonomi (piccola e media impresa e commercianti), per cui ci “focalizziamo” e pertanto, dipendiamo dal reddito prodotto dal nostro lavoro! Infatti, se ci fermiamo di lavorare, si azzera anche il nostro reddito e cadiamo nell’indigenza!!! NON conosciamo, nè adottiamo la mentalità dei RICCHI, qualcuno ne abbiamo anche da noi, che si focalizzano, invece, non sul REDDITO da lavoro dipendente ed autonomo, ma sugli ATTIVI del loro Stato Patrimoniale!!!

I ricchi, pensano ad accumulare attivi che generano reddito, fanno lavorare i soldi al posto loro e si godono la vita!!!

NOI, italiani medi, invece, pensiamo che i PASSIVI che acquistiamo siano ATTIVI!!! Es.: la CASA, l’AUTO, le CARTE DI CREDITO, il MUTUO, etc… e viviamo tutta la vita pieni di debiti che rinnoviamo continuamente!!!

NOI NON capiamo che il lavoro dipendente e quello autonomo arricchiscono nel primo caso il datore di lavoro e lo Stato, nel secondo solo lo Stato!!! Cerchiamo la sicurezza finanziaria anzichè la libertà finanziaria. ma siamo pieni di DEBITI e paghiamo troppe TASSE!!!

Ma, mentre l’italiano medio ha solo “debito cattivo”, i ricchi hanno “debito buono” perchè usano, spesso, i soldi degli altri!!!

Per quanto riguarda le tasse i lavoratori dipendenti e gli autonomi sono i più tassati perchè il loro reddito è la busta paga, tassata dallo Stato alla fonte, prima che GLI arrivi in mano!!! I ricchi, invece, sono i meno tassati perchè non si procurano il proprio reddito attraverso la busta paga, ma tramite produzione di ricchezza in quanto titolari di grandi imprese o investitori professionisti!!!

Lo Stato Italiano, ma qualsiasi Stato o Monarchia al mondo, fa pagare meno tasse ai ricchi perchè agevola chi crea posti di lavoro e chi investe, nonchè chi riveste ruoli primari nella gestione dell’economia statale, guarda caso i politici!!!

Inoltre, chi rimane per sua scelta finanziariamente ignorante, perchè non ha la possibilità o l’opportunità di studiare l’istruzione finanziaria,

si accontenta del suo posto di lavoro e, spesso, non gli interessa neanche quello, senza un piano di sviluppo e crescita personale e finanziaria ad hoc!!! Dico ciò con cognizione di causa NON per offendere nessuno!!! Abbiamo anche in Italia una forte disoccupazione NON solo giovanile, però, abbiamo anche tanti italiani, giovani e non, che neanche se lo cercano un lavoro e vivono alla giornata senza una meta o un interesse da coltivare!!! In uno stato di PASSIVITA’ MENTALE CRONICO!!!

Fatta questa disgressione dal nostro argomento, l’istruzione finanziaria, non me ne vogliate vediamo ora qual’è il percorso per raggiungere più facilmente e velocemente la LIBERTA’ FINANZIARIA!!!

Nel quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali), si verifica che per far funzionare la nostra azienda abbiamo bisogno di Manager, dirigenti, impiegati ed operai!!! Che cosa hanno in comune queste 4 categorie di lavoratori???

Sono tutti lavoratori dipendenti!!! Infatti, se siamo Titolari di grandi imprese commerciali, gli altri lavorano per noi e ci arricchiscono!!!

Nel quadrante “I” (investitori professionisti), non avendo dipendenti, il nostro denaro lavora per noi!!!

Quindi, conoscere come funzionano anche i quadranti “T” ed “I” vi dà una concreta libertà dal lavoro che i quadranti “D” (lavoratore dipendente) ed “A” (lavoratore autonomo) NON vi danno!!! Anzi, nei quadranti “D” ed “A” siete SCHIAVI del lavoro perchè lavorate per i soldi, se vi fermate si ferma anche il reddito personale!!! Se si esaminano con attenzione le persone veramente ricche, questo è il percorso che hanno fatto dai quadranti “D” ed “A” ai quadranti “T” ed “I” che li hanno portati dove sono finanziariamente oggi!!!

Ci sono passati Bill Gates della Microsoft, Rupert Murdock della News Corp., Warren Buffett della Berkshire Hathaway (il più grande investitore del mondo) e molti altri milionari del passato e del presente!

Sottolineo che il quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali) è molto diverso dal quadrante “I” (investitori professionisti) e, come tale, non è intescambiabile.

Le capacità tecniche necessarie per avere successo nel quadrante “T” sono molto diverse dalle capacità necessarie per avere successo nel quadrante “I”! Nella storia si è assistito a molti “T” incapaci di investire con succcesso o di investitori professionisti dilapidare i loro grandi patrimoni in attività del quadrante “T” perchè non debitamente formati!!! ATTENZIONE!!!

Ciò, è avvenuto per grande presunzione da parte di questi 2 tipi di professionisti che pensavano di essere meglio degli altri e NON hanno calcolato bene i rischi dell’altro settore!!! Anche per questo motivo, consiglio l’istruzione finanziaria alla presunzione!!! Come detto nella precedente lezione, la n. 31, conoscere più quadranti vi dà maggiore stabilità e sicurezza finanziaria!!!

La scelta del percorso!!!

Sicurezza e libertà finanziaria sono i 2 percorsi che si possono scegliere nella vita indipendentemente da dove si è nati ed in quali condizioni personali ed economiche! La sicurezza fino ad ora ha portato molto raramente alla libertà finanziaria, ma piuttosto ad una vita di sacrifici e miseria! La ricerca della libertà finanziaria ha sempre portato, chi ha avuto l’ardire e la determinazione di percorrerla, alla libertà finanziaria!  Purtroppo, la maggior parte delle persone nel mondo, sceglie istintivamente il percorso della sicurezza che porta a cercare un lavoro sicuro che duri tutta la vita! Siamo stati cresciuti con la mentalità della sicurezza e, piuttosto che rischiare troppo, perchè NON ci si vuole istruire finanziariamente, è meglio accontentarsi di questo percorso! Però sappiate che difficilmente vi porterà alla prosperità economica intesa come ricchezza vera!!! Quindi, se decidete di rimanere nel percorso della sicurezza, state almeno attenti a come investite i vostri soldi in questo periodo di incertezza dei mercati finanziari perchè, dovrete necessariamente fidarvi di consulenti finanziari che ne sappiano più di voi!!!

Il tuo capo NON può arricchirti!!!

Recentemente una mia conoscenza, per motivi economici dovuti all’attuale crisi, per non fallire, ha dovuto chiudere la sua azienda dopo 15 anni di attività e licenziare i suoi dipendenti (una decina di persone)!!! Nonostante sia stato molto corretto a comunicarlo a tutti i suoi dipendenti e a spiegarne i motivi, sono rimasti esterefatti!!! Non si erano mai preoccupati di nulla per il fatto che il loro titolare li pagava puntualmente! Uno di questi dipendenti, il più intrepido, ha affrontato duramente il titolare e gli ha urlato in faccia, alla presenza di tutti i colleghi, che LUI, in quei 15 anni, si era arricchito alle loro spalle sfruttandoli!

Aveva intuito che mentre loro riscuotevano la busta paga e lottavano con i conti da pagare il titolare si era arricchito!

Ma il lavoro di un titolare d’azienda NON è quello di fare arricchire i propri dipendenti, ma dare loro un posto di lavoro retribuito affinchè possano vivere dignitosamente!!!

Se come dipendente, quell’uomo, avesse anche conosciuto il quadrante “I” degli investitori professionisti ed il suo funzionamento, in 15 anni avrebbe potuto investire una parte del suo stipendio saggiamente e non si sarebbe ritrovato totalmente a terra!!!   

E’ compito nostro, anche se siamo dipendenti, la scelta di diventare ricchi!!!

Un grande saggio diceva: L’unica differenza tra una persona ricca ed una povera è cosa fanno nel tempo libero!!!

Salva

Salva

Nella precedente lezione, la n. 30, sull’istruzione finanziaria, abbiamo parlato che da qualche anno, TUTTE le aziende del mondo stanno affrontando grandi ristrutturazioni con tagli di personale al fine di sopravvivere al momento storico di crisi economica!

Questo ha spiazzato un bel pò i lavoratori dipendenti abituati alla “sicurezza” del posto fisso, ora non più garantito!!! Però, è anche vero che NOI, NON ci siamo mai interessati all’economia del nostro Paese e neanche a quella personale, visto che abbiamo sempre fatto gestire i nostri contributi allo Stato! Dal dopoguerra i nostri politici ed i governi via via succedutisi, hanno lucrato con i nostri soldi e si sono arricchiti personalmente NON tutelando neanche i nostri Piani Pensionistici!!! Oggi, i nostri politici NON vogliono ma neanche sanno come risollevare l’economia italiana per IGNORANZA!!!

Purtroppo, però, devo dire che peggio di loro siamo NOI italiani, persone comuni!

Inoltre, continuiamo, anche in questi tempi di forte crisi mondiale, a continuare a cercare la sicurezza e NON la libertà finanziaria!!! Quindi, siamo disposti a rincorrere la sicurezza economica ma da POVERI, anzichè, cercare di evolverci uscendo dall’ignoranza finanziaria, a mezzo dell’istruzione finanziaria, mettendoci in gioco al fine di rincorrere la libertà finanziaria!

Ora, analizzando i rendiconti finanziari di lavoratori diversi come: ingegneri, avvocati, commercialisti, consulenti fiscali, etc…, capiamo che grandi professionisti, nonostante abbiamo una istruzione medio – alta, si focalizzano sul REDDITO e NON come i veri RICCHI sulla colonna degli ATTIVI dello Stato Patrimoniale!!! Infatti, ancora oggi, si sente spesso dire: Voglio lavorare di più per avere un aumento di stipendio! Purtroppo, queste sono parole dette da un lavoratore dipendente che non ha ancora capito che, lui si massacrerà fornendo sempre più ore di lavoro al proprio datore, ma che metà di quel guadagno aggiuntivo andrà allo Stato sotto forma di tasse ancora prima di vedere la propria busta paga!!!

Diventare ricchi in fretta!!!

Quel lavoratore dipendente NON diventerà mai ricco!!! Perchè? Perchè NON è quella la strada per la ricchezza o almeno non è la strada più facile, bensì la più difficile e finora non ha portato nessuno alla ricchezza!!! La strada più facile per diventare ricchi passa dai quadranti di destra, quelli del grande imprenditore e dell’investitore professionista! Solo in questi quadranti, con forte dedizione e lavoro, ci si può arricchire abbastanza rapidamente! Perchè? Perchè queste due attività, Imprenditore e Investitore Professionista, ti permettono di guadagnare moltissimi soldi e di NON pagare LEGALMENTE le TASSE, o pagarle in misura molto ridotta!!! Così, puoi tenere più denaro per te e farlo lavorare a tuo favore!!! In questo modo, raggiungi velocemente la LIBERTA’ FINANZIARIA!!!

Le TASSE e i DEBITI sono il motivo principale per cui molte persone non si sentono mai al sicuro finanziariamente e non raggiungono mai libertà finanziaria desiderata!!! La libertà finanziaria è come un percorso alla caccia al tesoro, ed i percorsi privilegiati di questa caccia si trovano nelle attività dei quadranti di destra, titolari di grandi imprese o investitori professionisti!!!

E’ arrivato il momento di conoscere la differenza tra la sicurezza finanziaria e la libertà finanziaria!!!

Qual’è la differenza fra:

1. Lavoro sicuro;

2. Sicurezza finanziaria;

3. Libertà finanziaria???

Spesso chi cerca un lavoro sicuro svolge il percorso: da scuola / università al posto di lavoro e, spesso, questi lavoratori dipendenti sono molto bravi nel loro lavoro perchè sono specializzati, sanno poco dei quadranti “T” (titolari d’impresa) ed “I” (investitori professionisti), anche se hanno un qualche piano pensionistico! I dipendenti, in genere ma nel contempo, senza voler generalizzare, sono persone finanziariamente insicure perchè fin dalla prima scuola elementare, sono state preparate solo per il lavoro sicuro e la sicurezza in senso lato!!!

Due gambe sono meglio di una!!!

Per diventare più sicuri di sè stessi, suggerisco ai dipendenti di studiare ed istruirsi finanziariamente anche sui quadranti “T” ed “I” (titolari di grandi imprese e investitori professionisti)!!! Questo anche se hanno pochi soldi perchè, la conoscenza è potere …tutto quello che si deve fare è aspettare l’occasione giusta per poter utilizzare tale istruzione finanziaria e finalmente, arricchirsi!!! Ecco perchè il Creatore o Entità Suprema ci ha dato due gambe, con una siamo tentennanti ed insicuri ma con entrambe ci sentiamo in grado di sfidare il mondo!!!

Oggi chi conosce solo il proprio lavoro o la propria professione è una persona con UNA gamba sola!!! Ogni volta che soffia il vento dell’economia tenderà a tentennare più di un’altra persona che conosce anche gli altri quadranti di destra (titolari di grandi imprese e investitori professionisti)!

Percorso per la sicurezza finanziaria!!!

Un lavoratore dipendente dotato di istruzione finanziaria, invece di mettere i soldi SOLO in un Fondo Pensione e sperare per il meglio, avendo fiducia nelle sue capacità di investitore sà districarsi anche nel quadrante “I” (investitore professionista, cioè colui che ricava la maggior parte del suo reddito investendo)! Quindi, così come studiamo nella scuola tradizionale per imparare un mestiere o professione, ti consiglio di studiare per diventare un investitore professionista!!! Questo consiglio lo rivolgo anche a chi è lavoratore autonomo es: avvocato, commercialista, geometra, architetto, ingegnere, dentista, etc…

Alternativa, per il lavoratore dipendente, al fine di garantirsi la sicurezza finanziaria, è studiare per diventare un “T” (titolare di grande impresa)!!!

Due è meglio di uno!!!

A conti fatti, avere istruzione finanziaria in più di un quadrante del cashflow, specialmente di uno di sinistra e di uno di destra, è meglio che eccellere in uno solo!!! La persona ricca, mediamente, guadagna il 70% del suo reddito nei quadranti “T” o “I” (titolari di grandi imprese o investitori professionisti) ed il 30% del suo reddito in uno dei quadranti di sinistra “D” o “A” (dipendente o autonomo)!!! Intervistando un campione di ricchi, la maggioranza ha dichiarato che NON importa quanti soldi guadagnano, si sentono più sicuri se operano in più di un quadrante!!! SICUREZZA FINANZIARIA è avere un buon punto di appoggio nei quadranti di entrambi i lati!!!

Il denaro da solo NON dà sicurezza!!!

Ci sono tantissime persone che hanno milioni di euro nei Fondi Pensioni eppure si sentono INSICURE!!! Perchè??? Perchè sono tutti soldi generati dal loro lavoro o attività! Non essendo finanziariamente istruiti, il loro “credo” è depositare i loro soldi in un Fondo Pensione, ma NON sanno nulla sugli investimenti quelli veri!!! Se un domani vanno in quiescenza NON sanno se troveranno più tutti quei soldi versati o se troveranno i Fondi!!! Se non li trovassero cosa farebbero?

In questi periodi storici di recessione ci sono sempre stati grandi mutamenti economici e grandi trasferimenti di ricchezza!!! Chi ci ha sempre rimesso sono le classi sociali più deboli!!! Se hai una buona istruzione finanziaria, quando questi mutamenti arriveranno, sei preparato per affrontarli!!! Se sei finanziariamente ignorante soccomberai!!!