Nella precedente lezione, la n. 31, sull’istruzione finanziaria, abbiamo accennato all’economia del nostro Paese, l’Italia, della situazione dei lavoratori italiani che stanno investendo in Piani Pensionistici “a rischio” per la cattiva gestione politica dell’economia italiana dal dopoguerra ad oggi, e che oggi continua!!! Abbiamo detto che una grossa colpa ce l’abbiamo anche NOI, causa la nostra ignoranza finanziaria!!!

La maggior parte degli italiani SIAMO lavoratori dipendenti o autonomi (piccola e media impresa e commercianti), per cui ci “focalizziamo” e pertanto, dipendiamo dal reddito prodotto dal nostro lavoro! Infatti, se ci fermiamo di lavorare, si azzera anche il nostro reddito e cadiamo nell’indigenza!!! NON conosciamo, nè adottiamo la mentalità dei RICCHI, qualcuno ne abbiamo anche da noi, che si focalizzano, invece, non sul REDDITO da lavoro dipendente ed autonomo, ma sugli ATTIVI del loro Stato Patrimoniale!!!

I ricchi, pensano ad accumulare attivi che generano reddito, fanno lavorare i soldi al posto loro e si godono la vita!!!

NOI, italiani medi, invece, pensiamo che i PASSIVI che acquistiamo siano ATTIVI!!! Es.: la CASA, l’AUTO, le CARTE DI CREDITO, il MUTUO, etc… e viviamo tutta la vita pieni di debiti che rinnoviamo continuamente!!!

NOI NON capiamo che il lavoro dipendente e quello autonomo arricchiscono nel primo caso il datore di lavoro e lo Stato, nel secondo solo lo Stato!!! Cerchiamo la sicurezza finanziaria anzichè la libertà finanziaria. ma siamo pieni di DEBITI e paghiamo troppe TASSE!!!

Ma, mentre l’italiano medio ha solo “debito cattivo”, i ricchi hanno “debito buono” perchè usano, spesso, i soldi degli altri!!!

Per quanto riguarda le tasse i lavoratori dipendenti e gli autonomi sono i più tassati perchè il loro reddito è la busta paga, tassata dallo Stato alla fonte, prima che GLI arrivi in mano!!! I ricchi, invece, sono i meno tassati perchè non si procurano il proprio reddito attraverso la busta paga, ma tramite produzione di ricchezza in quanto titolari di grandi imprese o investitori professionisti!!!

Lo Stato Italiano, ma qualsiasi Stato o Monarchia al mondo, fa pagare meno tasse ai ricchi perchè agevola chi crea posti di lavoro e chi investe, nonchè chi riveste ruoli primari nella gestione dell’economia statale, guarda caso i politici!!!

Inoltre, chi rimane per sua scelta finanziariamente ignorante, perchè non ha la possibilità o l’opportunità di studiare l’istruzione finanziaria,

si accontenta del suo posto di lavoro e, spesso, non gli interessa neanche quello, senza un piano di sviluppo e crescita personale e finanziaria ad hoc!!! Dico ciò con cognizione di causa NON per offendere nessuno!!! Abbiamo anche in Italia una forte disoccupazione NON solo giovanile, però, abbiamo anche tanti italiani, giovani e non, che neanche se lo cercano un lavoro e vivono alla giornata senza una meta o un interesse da coltivare!!! In uno stato di PASSIVITA’ MENTALE CRONICO!!!

Fatta questa disgressione dal nostro argomento, l’istruzione finanziaria, non me ne vogliate vediamo ora qual’è il percorso per raggiungere più facilmente e velocemente la LIBERTA’ FINANZIARIA!!!

Nel quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali), si verifica che per far funzionare la nostra azienda abbiamo bisogno di Manager, dirigenti, impiegati ed operai!!! Che cosa hanno in comune queste 4 categorie di lavoratori???

Sono tutti lavoratori dipendenti!!! Infatti, se siamo Titolari di grandi imprese commerciali, gli altri lavorano per noi e ci arricchiscono!!!

Nel quadrante “I” (investitori professionisti), non avendo dipendenti, il nostro denaro lavora per noi!!!

Quindi, conoscere come funzionano anche i quadranti “T” ed “I” vi dà una concreta libertà dal lavoro che i quadranti “D” (lavoratore dipendente) ed “A” (lavoratore autonomo) NON vi danno!!! Anzi, nei quadranti “D” ed “A” siete SCHIAVI del lavoro perchè lavorate per i soldi, se vi fermate si ferma anche il reddito personale!!! Se si esaminano con attenzione le persone veramente ricche, questo è il percorso che hanno fatto dai quadranti “D” ed “A” ai quadranti “T” ed “I” che li hanno portati dove sono finanziariamente oggi!!!

Ci sono passati Bill Gates della Microsoft, Rupert Murdock della News Corp., Warren Buffett della Berkshire Hathaway (il più grande investitore del mondo) e molti altri milionari del passato e del presente!

Sottolineo che il quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali) è molto diverso dal quadrante “I” (investitori professionisti) e, come tale, non è intescambiabile.

Le capacità tecniche necessarie per avere successo nel quadrante “T” sono molto diverse dalle capacità necessarie per avere successo nel quadrante “I”! Nella storia si è assistito a molti “T” incapaci di investire con succcesso o di investitori professionisti dilapidare i loro grandi patrimoni in attività del quadrante “T” perchè non debitamente formati!!! ATTENZIONE!!!

Ciò, è avvenuto per grande presunzione da parte di questi 2 tipi di professionisti che pensavano di essere meglio degli altri e NON hanno calcolato bene i rischi dell’altro settore!!! Anche per questo motivo, consiglio l’istruzione finanziaria alla presunzione!!! Come detto nella precedente lezione, la n. 31, conoscere più quadranti vi dà maggiore stabilità e sicurezza finanziaria!!!

La scelta del percorso!!!

Sicurezza e libertà finanziaria sono i 2 percorsi che si possono scegliere nella vita indipendentemente da dove si è nati ed in quali condizioni personali ed economiche! La sicurezza fino ad ora ha portato molto raramente alla libertà finanziaria, ma piuttosto ad una vita di sacrifici e miseria! La ricerca della libertà finanziaria ha sempre portato, chi ha avuto l’ardire e la determinazione di percorrerla, alla libertà finanziaria!  Purtroppo, la maggior parte delle persone nel mondo, sceglie istintivamente il percorso della sicurezza che porta a cercare un lavoro sicuro che duri tutta la vita! Siamo stati cresciuti con la mentalità della sicurezza e, piuttosto che rischiare troppo, perchè NON ci si vuole istruire finanziariamente, è meglio accontentarsi di questo percorso! Però sappiate che difficilmente vi porterà alla prosperità economica intesa come ricchezza vera!!! Quindi, se decidete di rimanere nel percorso della sicurezza, state almeno attenti a come investite i vostri soldi in questo periodo di incertezza dei mercati finanziari perchè, dovrete necessariamente fidarvi di consulenti finanziari che ne sappiano più di voi!!!

Il tuo capo NON può arricchirti!!!

Recentemente una mia conoscenza, per motivi economici dovuti all’attuale crisi, per non fallire, ha dovuto chiudere la sua azienda dopo 15 anni di attività e licenziare i suoi dipendenti (una decina di persone)!!! Nonostante sia stato molto corretto a comunicarlo a tutti i suoi dipendenti e a spiegarne i motivi, sono rimasti esterefatti!!! Non si erano mai preoccupati di nulla per il fatto che il loro titolare li pagava puntualmente! Uno di questi dipendenti, il più intrepido, ha affrontato duramente il titolare e gli ha urlato in faccia, alla presenza di tutti i colleghi, che LUI, in quei 15 anni, si era arricchito alle loro spalle sfruttandoli!

Aveva intuito che mentre loro riscuotevano la busta paga e lottavano con i conti da pagare il titolare si era arricchito!

Ma il lavoro di un titolare d’azienda NON è quello di fare arricchire i propri dipendenti, ma dare loro un posto di lavoro retribuito affinchè possano vivere dignitosamente!!!

Se come dipendente, quell’uomo, avesse anche conosciuto il quadrante “I” degli investitori professionisti ed il suo funzionamento, in 15 anni avrebbe potuto investire una parte del suo stipendio saggiamente e non si sarebbe ritrovato totalmente a terra!!!   

E’ compito nostro, anche se siamo dipendenti, la scelta di diventare ricchi!!!

Un grande saggio diceva: L’unica differenza tra una persona ricca ed una povera è cosa fanno nel tempo libero!!!

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation