Nella lezione precedente, la n. 33, sull’istruzione finanziaria, abbiamo concluso dicendo che conviene, nel passare nei quadranti “T” ed “I” per raggiungere la libertà finanziaria, prima di tutto passare nel quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali) e poi, una volta avviata un’attività fiorente che genera cashflow positivo, passare nel quadrante “I” (investitori professionisti)!!!

Spostandoti nel quadrante “T” dei titolari di grandi imprese commerciali, il tuo obiettivo è di essere proprietario di un sistema, inteso come un insieme di sottosistemi (es. sistema contabile, sistema marketing, sistema vendite, etc…) e avere persone che lo fanno funzionare per te!!!    Puoi svilupparlo tu stesso o acquistarne uno già pronto!!! Pensa al tuo sistema azienda come ad un ponte che ti porta dai quadranti di sinistra (lavoratori dipendenti e autonomi) ai quadranti di destra (titolari di grandi imprese commerciali e investitori professionisti) che ti traghetteranno verso la tua libertà finanziaria!!!

Oggi, disponibili sul mercato ci sono tre sistemi attuali e funzionanti:

1. Azienda tradizionale – dove sviluppi un tuo sistema;

2. Franchising – dove compri un sistema già esistente e testato;

3. Network Marketing – ti associ e diventi parte di un sistema già esistente e testato.

Tutti e tre questi sistemi sono attuali e funzionanti, nel senso che sono testati ogni giorno da milioni di persone che li posseggono, li hanno acquisiti o ne fanno parte! Ed alla fine tutti e tre fanno la stessa cosa, ti trasformano in un imprenditore!!!

Questi tre sistemi se utilizzati bene, ti forniranno facilmente un flusso stabile di denaro senza grandi sforzi fisici da parte dell’imprenditore (TU) … una volta entrati in funzione!!! Il problema iniziale è farli entrare in funzione!!!

Costruire dall’inizio un sistema di sotto-sistemi (AZIENDA), richiede più tempo che acquistarne uno già attivo (FRANCHISING) o fare parte di un sistema già attivo e testato (NETWORK MARKETING)!!!

Perchè??? Perchè il quadrante “T” (titolari di grandi imprese commerciali) richiede la conoscenza approfondita di un sistema per intero e inoltre, bisogna conoscere molto bene le persone che vi ci lavoreranno!!! Se non si ha esperienza e conoscenza approfondita del sistema azienda nel suo insieme o non si ha esperienza e conoscenza delle persone si possono commettere molti grossolani errori che possono portare un’azienda florida al fallimento! Ma il fallimento NON deve essere visto solo come una cosa brutta!!! Il fallimento è anche una grande opportunità per imparare dai propri errori così da non commetterli più!!! Diciamo che, se sei un giovane imprenditore, il fallimento è la cosa  peggiore che ti possa capitare ma anche la cosa migliore!!! Perchè??? TUTTI i più grandi imprenditori ci sono passati e seppure concordino che sia una bruttissima esperienza, dicono che il fallimento rappresenta anche la più grande lezione di imprenditoria mai ricevuta!!!

Avere successo comporta imparare e talvolta, imparare è dura!!!

La strada che porta al successo finanziario, purtroppo, è lastricata di tentativi, fallimenti e, alla fine, trovi il percorso giusto per te!!! Ma, soprattutto i fallimenti ti insegnano più della teoria accademica! Infatti, i fallimenti, pur non auspicabili, ti insegnano più cose su te stesso che non conoscevi e non avresti mai pensato di essere!!! Per cui non avere paura se ti capitano, fanno parte dell’imparare!!! Fanno parte del tuo processo di crescita come imprenditore e, anche se duri da digerire, se ne fai tesoro, sono un ottima fonte di insegnamento per te!!! La prossima volta, probabilmente, NON sbaglierai più!!! Le persone che NON hanno successo sono quelle che NON sono mai fallite o hanno paura di fallire per cui non agiscono!!! IL difficile nell’avviare dal nulla un’Azienda, sono le due variabili che entrano in gioco: il sistema e le persone che lo costruiscono!!!

La parte difficile!!!

Se entrambe le variabili che entrano in gioco per creare dal nulla un’azienda prospera, il SISTEMA e le PERSONE che lo costruiscono, sono difettose, le probabiiità di fallimento sono molto alte!!! Tra l’altro, è difficile capire dall’interno se il problema sono le persone o è proprio il sistema difettoso!!!

Il franchising!!!

Per la prima volta si sentì parlare di FRANCHISING in Francia e negli Stati Uniti d’America attorno agli anni ’30, in Italia la formula di affiliazione commerciale del franchising è arrivata solo negli anni ’70! Prima, sia in Italia che negli Stati Uniti, c’erano solo le grandi imprese e le imprese familiari! Erano però, talmente grandi le imprese, che era impensabile creare una nuova Azienda che facesse loro concorrenza!!!   Iniziarono a sentirsi in lontananza gli echi di un nuovo modo di fare imprenditoria e apparvero i nomi di McDonald’s e altri famosi franchising americani!!! Nel 2004 il legislatore italiano ha pensato di ribattezzare il franchising in Italia, AFFILIAZIONE COMMERCIALE, per distinguerla da quelle internazionali!!!

All’inizio, anche in America, il franchising era considerato, da chi non lo conosceva, illegale, una vera frode e pericoloso!!!

Sostanzialmente, però, il franchising o in Italia l’Affiliazione Commerciale, è per chi non ha voglia o non sa costruirsi da sè un proprio sistema impresa!!! Oggi, però, anche da noi è difficile immaginare una città senza un McDonald’s, un Burger King o una Pizza al taglio!!!

Imparare a diventare un “T” (titolare di grande impresa commerciale)!!!

Nel mondo e anche in Italia, molti figli di veri e propri imperi familiari, gelosamente tramandati da padre in figlio, di generazione in generazione,  vengono istruiti attraverso l’apprendimento diretto!!! Che vuol dire??? Vuol dire prendere un figlio e fin da piccolo insegnargli i trucchi dei ricchi su come gestire economicamente l’impero familiare!!! Ma anche nelle scuole dei ricchi viene insegnato a fare i “D”, i lavoratori dipendenti o al massimo gli “A”, i lavoratori autonomi!!! Quindi, prendere un giovane figlio e istruirlo personalmente a gestire il patrimonio familiare significa farlo passare da una mentalità “D” o “A” ad una mentalità “T”, titolare di grande impresa commerciale!!! Non certamente un passaggio facile facile!!!

Tuttavia, pochi hanno la fortuna o il  privilegio di imparare gli aspetti “dietro le quinte” del diventare un “T”!!!

Infatti, la maggior parte dei programmi di formazione manageriale al mondo, è solo ciò che promette di essere, le aziende insegnano solo a diventare dei manager, cioè lavoratori dipendenti profumatamente pagati, NON imprenditori!!! Quasi nessuno, insegna imprenditoria per diventare un vero “T”, titolare di grande impresa commerciale!!!

Salva

Salva

La scorsa lezione. òa n. 14 sull’istruzione finanziaria e sui titolari d’impresa, l’ho conclusa ponendoti una domanda: Sai fare un hamburger migliore di quello di Mc Donald’s?

Spesso le persone comuni che vogliono affacciarsi al mondo degli affari, pensando di mettersi in proprio, si focalizzano esclusivamente sul prodotto o sull’idea! Questi sono le idee delle persone che lavorano nei quadranti di sinistra: DIPENDENTI ed AUTONOMI. TU cosa risponderesti alla domanda sopra citata? E’ stato chiesto ad un campione di persone comuni ed il 100% di esse ha risposto, naturalmente, di si! Intendendo, che sanno cucinare tutti un hamburger migliore di quello che trovi in un qualsiasi Mc Donald’s!

Allora è stata loro posta una seconda domanda:Sapresti mettere in piedi un sistema d’affari migliore di quello di Mc Donald’s?

A questo punto chi proviene lavorativamente dai quadranti di sinistra, DIPENDENTI e AUTONOMI, si focalizza sull’idea dell’hamburger migliore, mentre, chi proviene lavorativamente dai quadranti di destra, TITOLARI D’IMPRESA e INVESTITORI PROFESSIONISTI, si focalizza sul sistema!

Questo per dire che ci sono molti imprenditori che offrono prodotti e/o servizi qualitativamente superiori a quelli che mettono sul mercato le grandi multinazionali, così come ci sono miliardi di persone capaci di fare e cucinare hamburger migliori di quelli di Mc Donald’s. MA SOLO Mc Donald’s ha il SISTEMA che ha venduto miliardi di hamburger nel mondo!!!

Se consideriamo il SISTEMA creato e posseduto da Mc Donald’s, Ti suggerisco di andare in un fast food della catena Mc Donald’s, di sederti, ordinare un hamburger e di osservare il sistema che ha fornito il tuo hamburger al lavoro! Considera i camion che consegnano la carne, l’azienda che ha allevato i manzi, l’intermediario che ha comprato la carne e gli spot pubblicitari in cui appare Ronald McDonald. Pensa ai fornai che preparano i panini classici di Mc Donald’s, ai milioni di kg di patatine fritte uguali in tutto il mondo, poi, pensa agli Agenti di Cambio che raccolgono Fondi per Mc Donald’s a Wall Street ed avrai il quadro completo del sistema Mc Donald’s!

Ci sono innumerevoli nuove idee al mondo, miliardi di persone con prodotti e servizi da offrire, MA SOLO pochi che sanno come sviluppare un sistema eccellente!!!

Un facile esempio è Bill Gates, fondatore della casa software n. 1 al mondo, la Microsoft Corporation. Bill Gates non ha prodotto un grande software, ha semplicemente comprato il software creato da un altro genio informatico, comprensivo dei diritti d’autore che ha depositato a suo nome nel Mondo, e ci ha costruito intorno un POTENTE SISTEMA GLOBALE!!!

Nella prossima lezione parleremo, invece, degli investitori il 4° quadrante del cashflow!

Nella lezione precedente, la n. 12 abbiamo parlato, in riferimento alle materie di studio che dobbiamo affrontare nel nostro cammino verso l’istruzione finanziaria, dei quadranti di destra del cashflow, delle abilità tecniche negli affari di titolari d’impresa e degli investitori professionisti, della leadership e di come spesso, le persone comuni che tentano di mettersi in proprio finiscono per diventare ancora più schiavi del denaro di prima.

Ora analizzeremo le differenze che ci sono tra un’attività del quadrante AUTONOMO ed una del quadrante TITOLARE D’IMPRESA. Ciò per farti capire meglio che se da lavoratore dipendente decidi di metterti in proprio, punta a crearti un “sisrema azienda” e non una semplice attività in proprio per i motivi elencati nel sottotitolo a questa lezione di istruzione finanziaria. Se vuoi rinfrescarti la memoria leggi la lezione n. 12!

I veri TITOLARI DI GRANDE IMPRESE, possono lasciare la loro attività per un anno o più, sicuri che quando torneranno la ritroveranno ancora in vita e, addirittura, meglio di come l’hanno lasciata.

Il lavoratore autonomo, se lascia la sua attività per un anno o più, al suo ritorno non la troverà più!

Per quale motivo il destino del titolare d’impresa e dell’autonomo presentano questa differenza sostanziale? La risposta è semplice ma determinante, il lavoratore autonomo POSSIEDE un impiego, il vero titolare di una grande impresa, POSSIEDE un sistema chiamato azienda e assume persone molto competenti per farlo funzionare bene! Il lavoratore autonomo, detto in altro modo, è lui stesso il suo sistema, per cui non può nè allontanarsi neanche per brevissimo tempo nè può fermarsi, essendo lui stesso il suo sistema se non lavora si ferma tutto. Il guadagno del lavoratore autonomo è legato a se stesso!

Facciamo il caso di un dentista, egli è un lavoratore autonomo a tutti gli effetti, è lui stesso il motore del suo studio dentistico, il resto sono collaboratori stipendiati.

Il dentista è una persona che studia moltissimo, si laurea in medicina con la speciaiizzazione dentistica. Inizia a lavorare prima da un collega di cui è dipendente, poi riesce ad aprirsi uno studio in proprio, diventando egli stesso il motore della sua attività. Ora è diventato un lavoratore autonomo a tutti gli effetti, POSSIEDE la sua attività! Se è bravo si fa un nome, il successo gli porta sempre più lavoro per cui deve assumere degli aiutanti: almeno 1 segretaria che gli prenda e gestisca gli appuntamenti e diciamo, un aiuto dentista in sala operatoria che lo supporti. Li deve assumere quindi stipendiare ogni mese.

Questo fa aumentare le spese di gestione dello studio dentistico e nel contempo, fa diminuire il reddito personale del dentista stesso!

Inoltre, rappresentando egli stesso il suo reddito, quando decide di andare in vacanza con la famiglia anche il suo reddito va in vacanza! Quel mese di vacanza però lo deve pagare ai dipendenti ugualmente, in più, deve pagarsi le vacanze per se e la famiglia!

Il titolare della grande impresa, proprietario del sistema azienda creato, proprio perchè possiede il sistema ma non è lui il sistema, può andare tranquillamente in vacanza anche per più tempo del dentista, il sistema azienda va avanti da solo con il lavoro dei dipendenti!           Anche se è in vacanza i soldi continuano ad arrivare nel suo sistema!

Nella prossima lezione continueremo a parlare dei titolari d’impresa, ti aspetto!